Hanno messo l’NFT di una blockchain sulla blockchain di Ethereum

Hanno messo l’NFT di una blockchain sulla blockchain di Ethereum

Le cose più impensabili sono state dichiarate opere digitali grazie alla tecnologia Nft (non-fungible token), basti pensare che la piattaforma TikTok ha lanciato dei prodotti unici certificati via blockchain

Un’altra novità adesso arriva con MyEtherWallet (MEW) con l’introduzione di una nuova funzione che consentirà il mining di Nft basati su momenti e transazioni ritenute importanti effettuate su Ethereum. In pratica, attraverso la nuova funzione chiamata ETH Blocks, gli utenti avranno la possibilità di coniare qualsiasi transazione Ethereum come Nft, senza dover specificare necessariamente la natura di tale azione. A tal proposito Kosala Hemachandra, CEO e fondatore di MEW, ha dichiarato in un comunicato stampa: “Volevamo fornire agli utenti la possibilità di riconoscere le principali pietre miliari associate a Ethereum. Invece di possedere ETH o una risorsa basata su Ethereum, ora possono ottenere un record immutabile e stupendo di proprietà dell’intero blocco Ethereum”. Infatti, 13 blocchi che rappresentano momenti significativi nella storia di Ethereum come, per citarne un paio, il rilascio del whitepaper nel 2013 oppure la prima vendita di Ether avvenuta nel 2014, saranno messi all’asta l’11 dicembre ed il loro ricavato sarà destinato ad organizzazioni no profit. Il progetto, però, non finisce qui poichè saranno coniati migliaia di blocchi. Si tratta di Nft in formato JPEG creati tramite l’utilizzo dei dati di specifici blocchi di Ethereum e, una volta coniati, il proprietario può decidere di tenerli o provare a rivenderli ad un prezzo ancora più alto. A riguardo MEW ha scritto: “Che si tratti di un blocco che rappresenta una pietra miliare nella storia di Ethereum”, scrive MEW, “o uno che ha un significato segreto e speciale per te personalmente, una volta coniato, nessun altro può ottenerlo”.

Per fare riferimento ad una metafora potremmo utilizzare quella del serpente che si morde la coda, poiché ora si può utilizzare Ethereum per creare un Nft sulla blockchain di Ethereum per ricordare uno specifico momento o transazione nella storia di Ethereum che poi può, a sua volta, essere rivenduto sulla piattaforma Ethereum. I primi 100 blocchi avranno un prezzo di 0,01 ETH, i successivi 500 di 0,03 ETH e poi ogni singolo blocco successivo a 0,05 ETH. Per il momento non si riesce a percepire l’utilità di tale operazione, infatti su Rarible, piattaforma in cui gli utenti possono creare, vendere e acquistare Nft, si possono già trovare blocchi venduti a prezzi imbarazzanti; ad esempio, il secondo blocco ETH più costoso in vendita sulla piattaforma, ovvero il blocco #1718497, viene offerto per 400 ETH pari ad un valore di 1.860.542 dollari.