Questo startupper di Hong Kong ha creato un videogioco in blockchain e l’ha rivenduto a 2.2 miliardi di dollari

Questo startupper di Hong Kong ha creato un videogioco in blockchain e l’ha rivenduto a 2.2 miliardi di dollari

Animoca Brands, specializzata nello sviluppo di videogiochi blockchain nella sede di Hong Kong e impegnato nell’attività di investimento in token non fungibili (NFT), ha ottenuto una valutazione pari a 2,2 miliardi di dollari, dopo aver ottenuto anche nuovi capitali da investitori, come la francese Ubisoft Entertainment o la Sequoia China. Animoca ha annunciato di aver messo insieme $ 65 milioni dai finanziamenti ricevuti da Liberty City Ventures, Dragonfly Capital e da Jack Ma Justin Sun che, tra le altre cose, ha dato vita alla criptovaluta Tron. Già a maggio, invece, la start up di Hong Kong aveva raccolto $ 88,9 milioni.

La società ha costruito la sua fama grazie allo sviluppo di “giochi blockchain play-to-ear”, che permettono ai giocatori di ottenere e scambiare token non fungibili sulle sue piattaforme. Un token non non fungibile rappresenta “una risorsa digitale memorizzata su una blockchain che determina la proprietà di oggetti come arte, musica, video o oggetti di gioco”. “The Sandbox” è, di certo, il titolo più famoso tra i videogiochi sviluppati dalla Animoca; si tratta di un videogioco simile a Minecraft, dove i partecipanti possono progettare elementi di gioco e monetizzarli. 

Dopo l’ingente raccolta di finanziamenti, Animoca ha deciso di farne uso per supportare “investimenti strategici, acquisizioni, sviluppo di prodotti e licenze per proprietà intellettuali”. Yat Siu, confondatore e presidente di Animoca, ha annunciato: “Il futuro è già qui”, continuando: “Con il sostegno dei nostri nuovi investitori strategici, Animoca Brands continuerà a promuovere la blockchain nei giochi e oltre, per introdurre miliardi di giocatori e utenti di Internet alla vera proprietà digitale”. L’ultimo volume di finanziamento raccolto dalla Animoca Brands rispecchia la popolarità e l’importanza di cui i token non fungibili godono attualmente. Infatti, stando ad un rapporto di settore pubblicato da DappRadar, negli ultimi tre mesi, il giro di affari di scambio di questa criptovaluta ha registrato un incremento del 704%, sviluppando un valore pari a $ 10,7 miliardi. E queste cifre hanno avuto la capacità di attirare anche gli scettici e i meno convinti.

Animoca è una start up nata nel 2014; all’inizio, progettava giochi per smartphone e tablet, con alcuni game ispirati ai personaggi dei cartoni animati, quali Garfield e Doraemon. Nel 2017, invece, la Animoca iniziò a realizzare giochi nel settore della blockchain e, da quel momento, ha fatto registrare importanti successi, tra cui è possibile menzionare un gioco di corse “play-to-earn” concesso in licenza dalla Formula 1. Animoca ha svolto anche attività di investimento in società blockchain, che puntavano sugli NFT. All’interno del suo business, è possibile rintracciare la presenza di Dapper Labs, l’azienda che ha dato vita al gioco blockchain CryptoKitties, Sky Mavis, lo sviluppatore di Axie Infinity, OpenSea, che vanta il titolo di mercato più sviluppato per i token non fungibili.