I consigli di Facebook per far usare il social network ai bambini

I consigli di Facebook per far usare il social network ai bambini

15/09/2021 0 By noemicolucci

I social network sono ormai parte integrante della nostra vita e sono presenti in molti momenti della nostra giornata. 

Che sia durante la pausa dal lavoro, alla fermata in attesa del bus oppure a casa sul divano, una sbirciatina ai social non manca mai. 

Si potrebbe parlare di dipendenza e, in effetti, non ci si sbaglierebbe. I social network, ormai, fanno parte della sfera sociale di ognuno di noi e, quindi, si ha una vera e propria necessità di utilizzarli. 

In effetti, esiste un argomento molto combattuto che, da anni, mette in crisi i genitori moderni. Stiamo parlando, ovviamente, del rapporto tra social network e bambini. 

Proprio a questo proposito, oggi riportiamo i consigli di Facebook per far usare il social network ai bambini. 

Prima di iniziare, però, è corretto premettere che le piattaforme social sono uno strumento principalmente di svago e, generalmente, esse sono adatte soprattutto alla fascia d’età che parte dall’adolescenza fino ad arrivare all’età adulta. 

Da una certa età in su, quindi, è possibile far usare Facebook ai bambini, seguendo però determinate accortezze. Vediamole insieme. 

Sicurezza degli adolescenti

Online è doveroso proteggere in ogni modo gli adolescenti da contenuti e contatti indesiderati e, soprattutto, dalle ormai molto diffuse forme di bullismo e intimidazioni. Di conseguenza, Facebook ha creato delle apposite funzioni per ricordare agli utenti di giovane età con chi condividono i contenuti e anche per limitare le interazioni con gli sconosciuti. Un esempio lampante di questa tipologia di protezione riguarda principalmente le informazioni private di ogni profilo. 

Tra queste troviamo le informazioni di contatto, il nome della scuola o la data di nascita dei minorenni, in modo da evitare che siano visibili nei risultati di ricerca. 

In aggiunta, i minorenni devono accettare solamente le richieste di amicizia delle persone che conoscono.

Opzione di blocco 

In caso di problemi con qualche utente della piattaforma è possibile rimuovere dagli amici la persona in questione e, quindi, impedire lo svolgimento di conversazioni o, ad esempio, impedire la libera visualizzazione di ciò che viene pubblicato sul profilo. 

Ovviamente, le persone che blocchi non possono più taggarti, invitarti a eventi o gruppi e nemmeno aggiungerti agli amici. 

Tuttavia, tieni a mente che si tratta di un’azione reciproca, pertanto nessuno dei due utenti potrà visualizzare i contenuti dell’altro e nemmeno iniziare conversazioni.

Se, però, hai intenzione di bloccare qualcuno non ti devi preoccupare, Facebook non invia alcuna notifica all’utente che viene bloccato. 

Segnalazioni

Questo celebre social network è sempre impegnato nella tutela dei propri utenti e nel far rispettare le rigide regole della community. A favore di quest’ultime, infatti, esiste l’opzione “Segnala”, la quale permette la segnalazione di contenuti offensivi quali bullismo, intimidazioni e altri problemi accanto a quasi tutti i contenuti. 

Facebook possiede delle vere e proprie squadre che, a livello mondial lavorano 24 ore al giorno e 7 giorni alla settimana per verificare le segnalazioni e, di conseguenza, rimuovere ciò che non rispetta gli Standard della comunità.

Pertanto, questi consigli di Facebook per far usare il social network ai bambini ti risulteranno sicuramente d’aiuto se sei dubbioso riguardo la sicurezza e l’efficacia degli strumenti di protezione offerti da questa ormai famosissima piattaforma.