La prossima minaccia informatica potrebbe venire dallo spazio

La prossima minaccia informatica potrebbe venire dallo spazio

09/11/2021 0 By vanexa95

Lo sviluppo delle tecnologie informatiche è sempre andato di pari passo al tentativo di sottrazione di dati da parte degli hacker, a questo è seguito l’incremento della sicurezza informatica. Un tempo i supporti erano i flop disk e i CD adesso i dati orbitano nello spazio all’interno dei satelliti e non è facile raggiungerli per capire quali siano i problemi da risolvere.

Tra le questioni più rilevanti vi è la mancanza dell’autenticazione a due fattori che protegge da accessi sconosciuti usando due separati metodi di login. Non viene poi rispettato il principio di privilegio minimo (PoLP) ovvero quel concetto di sicurezza delle informazioni di base secondo cui ad un utente vengono concessi solo quei permessi a lui necessari per svolgere le sue mansioni e non tutta l’autorità. Ancora, in altre occasioni, i dati non sono criptati e in generale mancano delle norme che regolino la sicurezza dei satelliti.

Il più grande errore però è quello di non riuscire a tenere distaccate le tecnologie operative (OT) da quelle informatiche (IT). Per OT si intendono gli strumenti pratici dell’azienda, come i macchinari che controllano i mezzi fisici. Gli IT invece sono i gestionali e si occupano dei dati. Proprio sulla necessità di separare i due reparti si è espresso Bryan Ware, l’ex direttore della sicurezza informatica della CISA (Cybersecurity and Infrastructure Security Agency) l’agenzia federale degli Stati Uniti, ricordando l’attacco al network dei computer del Colonial Pipeline che costrinse a chiudere l’intero oleodotto.

Sul tema della sicurezza in orbita si è espresso anche Bob Kolasky, capo del National Risk Management Center del dipartimento di sicurezza nazionale il quale ha affermato che, all’aumentare dell’importanza che lo spazio ricopre aumentano anche i malintenzionati votati a violarne i sistemi per questi essi devono essere progettati in modo da poter affrontare autonomamente le minacce per tutto il ciclo della loro vita.

Gli Stati Uniti sono molto attivi nella prevenzione della minaccia ma gli strumenti per hackerare alcuni satelliti sono economici e alla portata di tutti. Il problema non si limita solo ai sistemi militari e governativi e gli attori interessati aumentano. Qualche settimana fa, all’interno del nostro blog, si parlava proprio dell’entrata in scena della Cina.

Qui la nostra fonte