Microsoft Teams: come funziona per la scuola

Microsoft Teams: come funziona per la scuola

A causa della pandemia in corso e del conseguente periodo di quarantena che ognuno di noi ha dovuto affrontare negli ultimi mesi, è stato inevitabile per la maggior parte delle attività, quelle che lo consentivano, adottare lo smart working.

A risentirne è stata anche e soprattutto la scuola, di ogni ordine e grado, e per fronteggiare questo periodo di difficoltà è stata adottata la cosiddetta didattica a distanza. Per poter assecondare questa necessità sono stati utilizzati diversi strumenti e piattaforme che hanno consentito il continuo delle attività scolastiche. Tra questi possiamo trovare sicuramente Microsoft Teams. Vediamo dunque insieme cosa è e come funziona per la scuola.

Cos’è Microsoft Teams

Microsoft Teams è una piattaforma di comunicazione e collaborazione, in cui è possibile creare chat di lavoro persistenti, teleconferenze, e condividere contenuti di ogni genere. È un servizio che viene integrato nel pacchetto Microsoft Office 365 ed è basato su cloud, quindi non è neanche necessario scaricare nessun software.

Teams viene sempre più usato dalle aziende perché facilita le comunicazioni tra i dipendenti e i datori di lavoro. Permette di creare delle chat condivise, dei veri e propri team di lavoro, in cui è possibile, appunto, lavorare insieme e condividere ogni tipo di informazione in uno stesso spazio comune. Ma non permette solo di creare delle chat, perché è possibile anche fare videochiamate. In pratica è la versione più evoluta ed aggiornata di Microsoft Skype for Business.

Infine, è molto versatile, perché può essere utilizzato da un qualunque dispositivo, che sia uno smartphone, un tablet o un computer.

Microsoft Teams per la scuola

2020-06-18 (7)

Nonostante Microsoft Teams sia una piattaforma nata per scopi lavorativi e destinata dunque allo smart working aziendale, negli ultimi mesi si è resa molto utile anche per l’ambito scolastico, favorendo così la didattica a distanza. A questo scopo è stata creata anche una versione personalizzata proprio per essere utilizzata in un ambito didattico, dove gli alunni possono interagire con i professori, e viceversa.

Si è rivelato un servizio molto utile perché permette ai docenti di creare delle classi virtuali, distribuire compiti, correggerli e mandare poi anche dei feedback ai loro studenti. Ma anche perché agli incontri su Teams possono partecipare fino a 250 persone, con la possibilità di utilizzare audio, video, lavagne e note condivise, mentre i video live streaming possono supportare fino a 10 mila spettatori.

Le videolezioni possono inoltre essere registrate e archiviate nel cloud, così da dare la possibilità anche a chi era assente di recuperare facilmente la lezione.

La piattaforma è completamente gratuita se si possiede un abbonamento ad Office 365, ma se avete un’e-mail istituzionale, potete avere il pacchetto Office in maniera del tutto gratuita, sia che siate studenti e sia che siate dei docenti.

Come iniziare ad usare Microsoft Teams

Come già anticipato prima, Microsoft ha messo a disposizione degli studenti e dei docenti la possibilità di utilizzare Teams, sia attraverso il web brows er che scaricando l’app apposita dallo store del proprio dispositivo.

2020-06-18 (6)

Per poter cominciare ad usare Microsoft Teams da pc è necessario andare sul sito ufficiale dedicato a Microsoft Office ed entrare con i dati della propria organizzazione, quindi inserire l’e-mail istituzionale e la relativa password.

Una volta dentro, ci saranno tutti i servizi che Microsoft offre, tra cui anche Teams, quindi cliccateci sopra, per poi fare clic su Scarica l’app oppure Utilizza l’app web. Da questo momento in poi sarete già in grado di fare tutto ciò che dovete.

Se invece preferite usarlo da smartphone, quello che dovete fare è aprire lo store del vostro telefono e scaricare ed installare l’applicazione gratuita, scrivendo nella barra di ricerca Microsoft Teams.

Come funziona Microsoft Teams

A questo punto dovete entrare a fare parte di un team, così da poter essere in grado di comunicare con i vostri colleghi studenti e i professori di riferimento. Per poter entrare a far parte di un team, però, è necessario avere un codice di invito, che vi verrà dato dal vostro docente, oppure sarà lui che vi aggiungerà manualmente.

2020-06-18 (3)

Per vedere a quali team fate parte ed interagire con i componenti del gruppo giusto vi basta andare sulla voce Team, che si trova nella barra laterale sinistra, per quanto riguarda la versione da pc, oppure nel menu in basso, se si tratta invece dell’applicazione per smartphone.

In questi team è possibile scrivere post e visualizzare e rispondere a quelli delle persone che ne fanno parte. Un po’ stile Facebook. Ed inoltre si può visionare il materiale didattico condiviso dal docente e partecipare alle video-lezioni che creerà il professore stesso.

Infine, Teams offre la possibilità di inserire ed utilizzare anche altre app. Per esempio, grazie alla funzione OneNote, durante la lezione, mentre il professore spiega, è possibile prendere appunti a cui poi si può accedere da un qualsiasi dispositivo, e quindi averli sempre a portata di mano.