Requisiti di sistema Windows 11: scopri se il tuo computer è compatibile

Requisiti di sistema Windows 11: scopri se il tuo computer è compatibile

22/12/2021 0 By Redazione

Windows 11, il nuovo sistema operativo rilasciato da Microsoft, è stato pensato quasi come una risposta alla pandemia offrendo agli utenti e, soprattutto, alle organizzazioni un ambiente digitale che privilegi la sicurezza e la flessibilità consentendo tutte quelle forme di collaborazione a distanza alle quali il Covid-19 ci ha, rapidamente, abituati. Anche se l’interfaccia utente rimane, grosso modo, simile a Richmond si sono concentrati soprattutto sul modo in cui l’utente utilizza le app e i documenti consentendo di organizzarle, agganciarle a aree specifiche dello schermo, raggrupparle e tornare a un particolare gruppo di elaborati su schermi diversi. Naturalmente tutto questo comporta che il PC sul quale lavoriamo abbia caratteristiche hardware particolari. Windows 11 non è particolarmente esoso in termini di risorse hardware, ma richiede precise caratteristiche di affidabilità, sicurezza e compatibilità per consentirci di sfruttare al meglio il nostro PC per un uso ibrido, per lavorare, per studiare e per l’intrattenimento.

I requisiti minimi di sistema

Dal punto di vista strettamente hardware Windows 11 richiede la presenza di un processore con due o più core e una velocità di clock di almeno 1 GHz, almeno 4 GB di memoria RAM e 64 GB di spazio libero su disco. Inoltre la scheda grafica deve essere compatibile con DirectX 12 o successive e con i driver WDDM 2.0 mentre lo schermo deve avere una dimensione, in diagonale di almeno 9 pollici e gestire i canali colori a 8 bit. Per quanto riguarda, invece, la sicurezza del sistema è indispensabile che il firmware supporti UEFI e sia compatibile con Secure Boot. Nel caso in cui il nostro PC non sia in grado di eseguire l’avvio sicuro è possibile verificare se sia possibile eseguire delle operazioni per attivare questa funzionalità. Fondamentale la presenza, nell’hardware della tecnologia TPM (Trusted Platform Module) 2.0 in grado di fornire funzioni avanzate di sicurezza legate a un chip di crittografia sicuro. Naturalmente sono indispensabili la connettività internet, un account Microsoft attivo e una copia, ottenuta legalmente, di Windows 10.

Come scoprire se il computer è compatibile

Per verificare se è possibile aggiornare a Windows 11 basta accedere, dalle impostazioni di Windows, alla sezione “Aggiornamento e sicurezza” e selezionare “Windows Update”. Se il PC soddisfa i requisiti minimi per passare a Windows 11 ci sarà proposto l’aggiornamento altrimenti ci apparirà una videata che ci consiglierà di scaricare un tool di Microsoft per verificare i problemi riscontrati e proporci soluzioni. Una volta scaricato e lanciato il tool potremo verificare dove il sistema presenta dei problemi, come procedere per risolverli con riferimenti ai siti dei produttori per superare i problemi relativi al Secure Boot e UEFI e come abilitare la tecnologia TPM 2.0, oltre a fornirci una serie di informazioni sul processore installato e sulla lista dei processori compatibili con Windows 11. E se dovesse risultare che non possiamo assolutamente aggiornare a Windows 11, beh, restiamo tranquilli. A oggi il supporto per Windows 10, per la versione 21H2, è garantito fino al 14 ottobre 2025.