Bitcoin Bitcoin -8.32% $43509.85
-8.32%
62270.14 BTC $818921996288.00

Scrivere un articolo SEO

Scrivere un articolo SEO

14/05/2021 0 By miriampaterna

Se scrivi articoli per un blog, ti sarai accorto che non basta solo scrivere bene per far sì che il tuo elaborato sia ben visibile online e presente tra i primi risultati di una ricerca effettuata con le parole chiave corrispondenti al contenuto del tuo articolo. Anche per gli articoli, così come per i contenuti dei siti in generale, è necessaria una campagna SEO, ovvero un insieme di strategie atte a migliorare il posizionamento dell’articolo all’interno del motore di ricerca. Scrivere dei buoni articoli per i lettori e per il web potrebbe aiutare nelle tecniche di web marketing di un’azienda, in questo caso specifico nell’ambito dell’article marketing: vediamo meglio insieme di cosa si tratta e cosa vuol dire scrivere un articolo SEO.

Article marketing: a cosa serve scrivere un articolo SEO

Quando si parla di Article Marketing si intende quell’attività di web marketing finalizzata a pubblicizzare il sito di un privato o di un’azienda attraverso la scrittura e la pubblicazione di articoli redazionali, scritti ed ottimizzati in ottica SEO e pubblicati in blog e portali di settore, riviste online specializzate o siti nati appositamente per l’Article Marketing.

A cosa serve quindi scrivere un articolo SEO? Nient’altro è che uno strumento di promozione mirata a dare più visibilità ai siti web e quindi alle aziende, in quanto permette di generare traffico sul sito, migliorare la propria reputazione online e quindi aumentare la propria link popularity, in quanto più articoli si scrivono in quel settore e più essi sono di qualità, più si verrà considerati esperti in quel settore.

Best practice ed errori da evitare per scrivere un articolo SEO

Ma come deve essere un articolo per essere ottimizzato in ottica SEO e raggiungere quindi gli obiettivi sopra descritti? Quali sono le best practice? Il primo requisito è sicuramente quello di scrivere un buon contenuto, di una certa lunghezza (intorno alle 500 parole) che rispetti determinati canoni della SEO e che tratti un tema inerente al proprio prodotto o servizio, ma senza mai citarlo o farsi pubblicità esplicita da soli.

Uno degli errori più comuni nell’Article marketing è quello di pensare di scrivere esclusivamente per il web: volendo avere un buon posizionamento sui motori di ricerca, infatti, non si deve rischiare di perdere di vista l’utente finale, al quale è sempre destinata la lettura dei nostri articoli. Prima ancora che appetibili per il motore di ricerca, infatti, un buon articolo SEO deve soddisfare al meglio la user experience. Oltre che scritti per il lettore, un buon articolo SEO deve sempre essere originale, senza incorrere nel frequente errore del copia-incolla dello stesso articolo su svariati siti: ogni articolo deve essere originale, unico e nuovo.

Come scrivere degli articoli SEO

Una volta capito quindi perché è importante scrivere un articolo SEO e cosa evitare per non incorrere negli errori più frequenti, vediamo alcune buone regole da seguire per capire come scrivere degli articoli SEO. Innanzitutto, come abbiamo già anticipato, l’articolo deve essere innanzitutto curato e fluido nel contenuto: il linguaggio deve essere originale, diretto e semplice per il lettore, oltre che corretto linguisticamente parlando. Inoltre, la migliore lunghezza stimata secondo degli studi è quella che va in media dalle 350 alle 500 parole, in modo da non fornire un contenuto troppo lungo che annoi il lettore, ma da contenere allo stesso tempo tutte le informazioni necessarie e dettagliate su un argomento (dove è più probabile che il lettore trovi le risposte che cerchi e ricondivida anche l’articolo).

Inoltre, ancor prima di iniziare a scrivere, è bene fare una breve ricerca sul motore di ricerca (primo fra tutti Google) per capire quali keywords inserire nel proprio testo per far sì che sia appetibile per il motore di ricerca e appaia anch’esso tra i primi risultati.

Infine, fai bene attenzione a non inserire un carattere troppo esplicitamente promozionale della tua scrittura: puoi inserire uno-due link interni al tuo blog/sito per fornire contenuti di approfondimento, ma non pubblicizzare o nominare mai in modo troppo diretto i tuoi prodotti e/o servizi.