Signal AI è la startup innovativa del mese in America

Signal AI è la startup innovativa del mese in America

Signal AI è una startup di intelligenza artificiale statunitense, specializzata nell’analisi di Internet e dei dati pubblicati, finalizzati al supporto delle organizzazioni chiamate ad approfondire il “sentiment” e altre informazioni utili per mettere a punti le decisioni aziendali migliori. Nel corso dell’anno ha raccolto 50 milioni di dollari, diventando la startup innovativa del mese in America. Dal canto suo, Signal AI ha deciso di usare queste risorse economiche per far evolvere la propria piattaforma di intelligenza artificiale, perché il web possa disporre di diverse fonti di dati. L’obiettivo è quello di arricchire le informazioni con cui rispondere alle domande aziendali che potrebbero incuriosire un utente.

David Banigson, Amministratore Delegato di Signal AI, nel corso di un’intervista, ha affermato: “Le organizzazioni non dispongono ancora di un radar efficace per anticipare minacce e opportunità e trasformare le sfide in opportunità”. In particolare, Signal mette insieme le molteplici fonti a disposizione (social, media, documenti normativi e altri documenti pubblici…), racchiudendole in un’unica piattaforma. Pertanto, Signal AI ha usato le tecniche proprie dell’apprendimento automatico e quelle afferenti al settore dell’Intelligenza Artificiale, con l’obiettivo di cogliere i giusti approfondimenti. E, a partire da questi materiali, soddisfare le domande fatte dai clienti dell’azienda. A tal proposito, Banigson ha affermato: “Abbiamo diversificato i dati che inseriamo nella piattaforma”. Al momento, il sito aziendale è disponibile in circa 100 lingue.

Le risorse sono messe a disposizione da un gruppo di società guidate da “Highland Europe”; nel frattempo, Signal AI, con sede a Londra, ha raccolto $ 100 milioni, facendo registrare una crescita del 100%, secondo quanto rivelato da Banigson. Quest’ultimo, poi, ha rivelato che l’azienda, al momento, lavora con il 40% della Fortune 500, includendo la sua base di clienti, a cui appartengono Deloitte, Bank of America e Google. Signal AI ha deciso di affrontare una sfida importante, mettendo a disposizione dei suoi clienti la possibilità di “orientarsi” tra i numerosi dati e le tante informazioni reperite sul Web.

Pertanto, Signal AI lavora per un monitoraggio continuo dei media, aprendo la strada ad un’applicazione dello stesso formato anche ad una serie più ampia di situazioni ed eventi. Dal canto suo, invece, Tony Zappalà, partner di Highland Europe, ha dichiarato: “Signal AI è un’azienda di spicco che definisce la categoria”. E, mostrando il coinvolgimento nel progetto, lo stesso Zappalà ha concluso: “Siamo entusiasti di essere coinvolti nel prossimo capitolo della crescita innovativa dell’azienda. David e il team di leadership hanno una visione chiara per la categoria di aumento delle decisioni che stanno aiutando a definire e, come ha dimostrato la ricerca di Gartner, l’opportunità è enorme”.