Spotify acquista Whooshkaa, che converte i programmi radiofonici in podcast

Spotify acquista Whooshkaa, che converte i programmi radiofonici in podcast

19/12/2021 0 By fogliotiziana

Spotify continua oggi a investire nei podcast annunciando l’acquisizione di Whooshkaa, una piattaforma all-in-one con sede in Australia per ospitare, gestire, distribuire, promuovere, monetizzare e misurare i podcast. Ciò fa seguito alle acquisizioni precedenti, tra cui quella di Megaphone, una società di hosting e pubblicità, lo scorso anno e, più recentemente, quella di Podz, una piattaforma di scoperta di podcast.

Spotify afferma che alcune emittenti radiofoniche, come l’Australian Radio Network, si affidano già alla sua piattaforma di hosting di podcast Megaphone e la tecnologia radio di Whooshkaa sarà incorporata in essa. Il prezzo del riacquisto non è stato reso noto.

Le radio potranno preparare i programmi per la pubblicazione catturando le trasmissioni in diretta e utilizzando la tecnologia di Whooshkaa per modificare e rimuovere gli spot pubblicitari per fare spazio agli spot riservati ai podcast. A partire da lì, Megaphone potrà ospitare le trasmissioni, e Spotify potrà aiutare le trasmissioni a guadagnare denaro incoraggiandole a sfruttare la sua rete pubblicitaria (Spotify Ad Network), che permetterà al servizio di streaming di inserire annunci pubblicitari in modo dinamico in funzione dell’audience di questi programmi.

Se tutto va bene, Spotify potrebbe essere in grado di svolgere un ruolo più importante in tutti gli aspetti della transizione, in particolare vendendo annunci per questi programmi. Anche altre aziende, soprattutto nel settore radiofonico, stanno investendo in tecnologie simili. All’inizio di quest’anno, iHeartMedia ha acquisito Triton Digital, incluso Omny Studio, che offre anche una tecnologia di streaming live e on demand, nonché opzioni di hosting e monetizzazione.