Twitter lancia le sue communities ispirate ai gruppi Facebook

Twitter lancia le sue communities ispirate ai gruppi Facebook

Twitter ha lanciato il guanto di sfida a Facebook e ha intrapreso un test per sperimentare le Communities, uno dei punti di forza della piattaforma di Zuckerberg. Se la fase pilota darà esiti positivi ed incoraggianti, anche il social del cinguettio inserirà questa funzionalità all’interno della sua piattaforma.

Se paragonato ad altri social, Twitter ha dato l’impressione di essere uno strumento che ha sempre preferito la solitudine e l’individualità, più che la condivisione, la socializzazione e la creazione comune di contenuti e post. Però, qualche passo in avanti in proposito è stato fatto, grazie all’introduzione di uno strumento che incoraggia l’interazione. Si tratta delle liste di “Amici Fidati”. In questo caso, i contenuti pubblicati sono inviati unicamente a gruppi ristretti di user selezionati dall’autore del tweet.

Ed ora, la sperimentazione di Communities segna il secondo passo in avanti del social del cinguettio in termini di aggregazione e socializzazione. Attraverso questo strumento, gli iscritti potranno collegarsi con persone che condividono gli stessi interessi e passioni. Gli user della piattaforma dell’uccellino potranno aderire ad una o più Community, a seconda delle esigenze, dei bisogni e delle passioni che nutre. Pertanto, le Communities rappresentano “luoghi virtuali aperti a tutti“; i tweet inviati, però, potranno essere letti solo dagli aderenti al gruppo e soltanto questi ultimi potranno rispondervi. Ogni utente ha la facoltà di realizzare una propria Community, ma inizialmente solo alcuni membri scelti potranno prendere l’iniziativa. Il moderatore redigerà le regole di base, per poi scegliere i membri che possono svolgere lo stesso ruolo e gestire con lui tutto il gruppo nella discussione del tema centrale . Almeno nella fase di esordio, si potrà accedere ad una Community unicamente attraverso un invito, effettuato da un moderatore o da un iscritto già inserito nel gruppo.

I test pilota per sperimentare la funzionalità delle Communities è solo agli inizi; infatti, i moderatori, figure centrali di questi gruppi, sono sottoposti all’autorizzazione di Twitter ma, ben presto, saranno delineati con maggiore precisione quali sono i requisiti necessari da possedere per poter ricoprire ruolo.

Gli utenti dovranno seguire due differenti percorsi per poter visualizzare e fare l’ingresso nelle Communities di Twitter. I possessori di un iPhone iOS dovranno usare il comando dedicato, posizionato nella parte inferiore dell’applicazione oppure la barra laterale nella navigazione da browser. I clienti che possiedono uno smartphone Android, invece, al momento possono solo leggere i tweet pubblicati dagli iscritti.

Tuttavia, Twitter rimanda a prossimi aggiornamenti, in cui sarà possibile fornire maggiori informazioni in proposito.