Arriva l’app per disintossicarsi dalla porno dipendenza

Arriva l’app per disintossicarsi dalla porno dipendenza

Non se ne parla spesso, ma sono in molti a soffrire di dipendenza dai porno e non riescono più a farne a meno. Questo argomento in determinati contesti è ancora trattato come un tabù, motivo per cui le persone sono restie a chiedere aiuto. Anzi, nel momento in cui decidono di farlo vengono fraintesi nella maggior parte dei casi e non gli resta altro che affrontare questo grande problema in totale solitudine, il che non porta grandi benefici. 

Per fortuna è arrivata in soccorso Remojo, l’app che offre un servizio a pagamento promettendo di aiutare coloro che sono caduti nella dipendenza da porno. Dopo aver deciso di intraprendere il percorso di disintossicazione, il servizio mette un blocco sull’accesso ai porno raggiungibili sia da app che da desktop.

Il piano di disintossicazione offerto da Remojo costa ha un prezzo che varia dai 4 ai 5 dollari al mese ma, per coloro che non sono del tutto convinti di intraprendere questa strada, è possibile fare un periodo di prova gratuito della durata di tre giorni.

L’obiettivo del servizio è quello di aiutare a smettere con i porno. È utile per le persone che vedono la loro vita totalmente influenzata da questo tipo di attività, sia di giorno che di notte, diventando schiavi del bisogno di usufruire di contenuti pornografici.

Attualmente il programma si compone di tre step e afferma di poter aiutare gli individui ad uscire dalla dipendenza in 90 giorni.

Le esigenze non sono uguali per tutti, motivo per cui il servizio propone diversi piani in modo da adattarsi al meglio alle richieste degli utenti. Anzitutto bisogna essere convinti di voler smettere, quindi nella prima fase bisogna arrivare ad una pausa di almeno 0 giorni dal porno e dai meccanismi di dipendenza dei quali si è diventati preda. A questo punto inizia il blocco dei porno su tutti i portali e l’app offre anche un tracciamento dei progressi tramite un’interfaccia che mostra il conteggio dei giorni di “astinenza”. Gli step successivi prevedono l’utilizzo di playlist appositamente create per imparare a gestire i propri impulsi e ad interagire in modo sano con la propria sessualità. Infine, il percorso termina quando si riescono a stabilire nuove abitudini e dopo aver imparato a gestire la problematica nel modo giusto.

L’app offre anche la possibilità di raccontare la propria esperienza in modo da poter condividere i momenti più difficili all’interno della community ed essere di supporto per tutti coloro affetti da tale disturbo.

Se non dovessi sentirti ancora convinto ad intraprendere questa strada, potresti aprire un blog online e cercare l’aiuto di coloro che possono comprenderti.