Come aumentare le vendite del tuo shop online sui social network

Come aumentare le vendite del tuo shop online sui social network

La gestione di uno shop online non è molto differente dall’organizzazione di un negozio fisico. Infatti, come avviene in un punto vendita reale, anche uno shop online richiede attenzione per il coordinamento di aspetti importanti, quali “la logistica, la burocrazia, il marketing e la comunicazione”. Infatti, una volta curata l’organizzazione di questi quattro elementi, il lavoro scorrerà in modo lineare e, pian piano, i risultati di crescita saranno sempre più evidenti. Tuttavia, come avviene anche per un negozio fisico, anche per uno shop online sarà necessario affrontare investimenti obbligati, per poter assicurare al proprio e – commerce una crescita continua e tenere sotto controllo le voci di entrata ed uscita. Il grande vantaggio di uno shop online è il risparmio dovuto al mancato pagamento dell’affitto o delle utenze. Ma questo non vuol dire che anche un sito di e commerce non abbia le sue spese, come quelle legate invece alla pubblicità.

Fino a poco tempo fa, l’investimento in pubblicità online equivaleva ad assumere un professionista esperto in SEO (Search Engine Optimization), in grado di lavorare in modo organico sul posizionamento del sito. In alternativa, si poteva preferire la scelta di una strategia “paid search” o Search Engine Marketing (SEM). E i più esperti hanno sempre evidenziato che la scelta migliore è data da un mix di queste due strategie; infatti, uno shop online non vive unicamente di traffico organico, né solo di traffico a pagamento. Ma, ultimamente, sta acquisendo un ruolo sempre più centrale la strategia del “paid social”, grazie alla quale aumentare le vendite dello shop online sui social network. Questa metodologia consente di raggiungere il proprio pubblico, grazie alla conoscenza di gusti, interessi e passioni. Infatti, strumenti come “Facebook Ads” restituiscono informazioni ed elementi sempre più precisi, in relazione ad elementi quali la segmentazione, il “targeting” prima e gli “insight” dopo.

Sono diversi i motivi per i quali diventa necessario implementare con una strategia di paid social i metodi di promozione del commercio sullo shop online per aumentare le vendite sui social network. La prima motivazione è riconducibile all’inesperienza degli inizi nella gestione di campagne di sponsorizzazioni, di quelle a pagamento, della lettura degli insight e della loro interpretazione.  Grazie agli strumenti strumenti legati al paid social sarà possibile fare molti passi in avanti, aumentando le vendite dello shop online sui social network, assicurando uno sviluppo, veloce e tempestivo, del brand. Pertanto, il paid social fornisce una duplice occasione di successo: promuovere e pubblicizzare il marchio e portare avanti attività di branding.  Come accade per le pubblicità legate al brand, anche i dati relativi ai propri follower non saranno più solo numeri, ma avranno un volto. Questo consentirà lo studio dei dati, con l’obiettivo di attivare vere e proprie ricerche di mercato, utili alla comprensione del proprio target di riferimento. E questi stessi dati potranno essere declinati anche a favore delle attività legate al paid social.

Naturalmente, l’utente potrà decidere in piena autonomia quale budget riservare all’attività di paid social. Infatti, non sono necessari investimenti di grande portata, perché anche piccole quote sanno restituire grandi soddisfazioni. Infine, con il paid social, sarà sempre l’utente a scegliere il periodo temporale in cui tenere attive le campagne, con l’obiettivo di gestirle al meglio e ottimizzare i ritorni.