TECNOLOGIA, INTERNET TRENDS, GAMING, BIG DATA

Come si fa una carta virtuale e quanto costa crearla

Come si fa una carta virtuale e quanto costa crearla

24/11/2022 0 By fogliotiziana

Acquistare online è molto comodo e ci evita di spostarci o fare la fila nei centri commerciali e nei negozi e non dobbiamo portare nulla a casa. Ma i rischi, legati alla sicurezza dei dati, sono oggettivamente maggiori. Ecco perché si consiglia di utilizzare sistemi come una carta di pagamento virtuale. Se stai pensando di utilizzare una carta virtuale per i pagamenti online, ti diremo come funziona e quali sono i vantaggi.

Che cos’è una carta virtuale

Una carta virtuale è simile a una carta convenzionale e può essere utilizzata sia per gli acquisti online che nei negozi. È attiva, infatti, nel Wallet digitale presente sul tuo smartphone (Apple Pay o Google Pay). Pur non essendo una carta fisica, ha un numero, una data di scadenza e un codice di sicurezza che si inserisce al momento dell’acquisto. Ovviamente bisogna aver attivato un conto corrente.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi della carta virtuale

L’uso di una carta virtuale offre diversi vantaggi, quali:

  • È semplice da utilizzare e si può portare sempre dietro sullo smartphone,
  • È possibile bloccarla e sbloccarla direttamente dallo smartphone in ovunque e in qualsiasi momento,
  • Si può utilizzare per effettuare anche i pagamenti ricorrenti, ad esempio gli abbonamenti online,
  • Consente un migliore controllo dei costi e una maggiore sicurezza poiché è protetta di crittografia.

Come si fa la carta virtuale?

Esistono diverse tipologie di carte: virtuali, digitali o monouso, tutto dipende da cosa vuoi. La carta virtuale, come già detto, funziona esattamente come una normale carta fisica, ma si trova in un Wallet digitale Google Pay o Apple Pay. La carta digitale è una versione dematerializzata della carta fisica (quindi ha gli stessi dati) e viene utilizzata tramite Wallet (Apple Pay o Google Pay). Una carta virtuale monouso usa e getta invece, come suggerisce anche il nome, può essere utilizzata una sola volta. Ci sono inoltre carte virtuali che non sono associate a nessuna banca e che funzionano come una carta prepagata, come nel caso di Revolut.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: