Come si fa un PowerPoint su Word?

Come si fa un PowerPoint su Word?

Microsoft PowerPoint è un programma di presentazione targato Microsoft ed è incluso all’interno della “suite di software di produttività personale Microsoft Office”. Inoltre, PowerPoint è coperto da copyright, distribuito con licenza commerciale, attivo per PC con sistemi operativi Windows e macOS. Questo programma è utile soprattutto per visualizzare su uno schermo, attraverso la metodologia della proiezione, “progetti, idee, e contenuti potendo incorporare testo, immagini, grafici, filmati, audio e potendo presentare tutto questo con animazioni di alto livello”. Inoltre, PowerPoint permette di realizzare presentazioni informatiche multimediali, attraverso diapositive, che poi possono essere visualizzate, scorrendole in sequenza, attraverso un PC su cui è installato questo programma. Pertanto, PowerPoint consente di realizzare delle presentazioni, divise in diapositive, che possono riportare fotografie, testi, animazioni, suoni, link e molto alto. Questo software Microsoft è molto usato da parte di dirigenti di aziende, studenti, professori, relatori e da tutte quelle figure chiamate a parlare in pubblico.

Il programma PowerPoint può essere usato anche in combinazione con Word, il software di scrittura sempre targato Microsoft. Prima di sapere come si fa un PowerPoint su Word, è importante sottolineare che Word consente di realizzare la struttura di una o più diapositive PowerPoint, potendo inserire titolo e testo principale, ma l’introduzione degli altri elementi multimediali deve essere implementata in un secondo momento, usando direttamente PowerPoint. Infatti, è possibile procedere con la realizzazione delle diapositive di un documento PowerPoint, definendo la relativa struttura direttamente in Word. In questo modo, l’utente potrà convertire il testo in titoli, per poi effettuarne il trasferimento automaticamente all’interno della presentazione di PowerPoint. Questa operazione è possibile sia con i computer Windows che con i Mac.

Per realizzare la struttura di una o più diapositive PowerPoint sarà necessario formattare il contenuto che si vuole trasferire all’interno della diapositiva. La formattazione dei formati Titolo, che va dal Titolo 1 a Titolo 9, si trova all’interno del riquadro Stili della scheda Home di Word. In particolare, i testi formattati in Titolo 1 si trasformeranno nei titoli delle nuove diapositive; i testi formattati in Titolo 2 saranno trasformati in un elenco puntato, quelli formattati in Titolo 3 diventeranno un sotto-elenco puntato e così via fino all’ultimo livello. Se tutte le operazioni effettuate saranno andate a buon fine, sarà possibile visualizzare la struttura del documento Word, ma suddivisa per livelli. Al termine del lavoro, invece, sarà sufficiente cliccare sulla scheda File di Word, che si trova in alto a sinistra, scegliere il comando Salva con nome ed effettuare il salvataggio del file in formato .docx o .rtf. Dopo aver terminato l’intero lavoro, sarà importante uscire da Word oppure, semplicemente, chiudere il documento, tornando alla scheda File e selezionando il comando Chiudi.

Dopo aver realizzato una struttura della presentazione in Word, trasferirla in PowerPoint è molto semplice. A tal proposito, il primo passo richiede l’avvio di PowerPoint dal menu Start di Windows; in seguito, si dovrà procedere con la realizzazione di una nuova presentazione, scegliendone il tema grafico, oppure scegliendo una presentazione che già esiste, per cui sarà necessario solo trasferire le diapositive. In un secondo momento, sarà opportuno cliccare sulla scheda Home, poi sulla voce Nuova diapositiva e cliccare il comando Diapositive dalla struttura. In seguito, sarà necessario spostarsi sul pannello Esplora File, selezionare il file Word creato o modificato in precedenza e, in breve tempo, PowerPoint attiverà la conversione del file Word scelto. Immediatamente, verranno visualizzate le nuove diapositive realizzate. Così, sarà possibile anche modificare e migliorare tutte le diapositive trasferite, potendo aggiungere immagini, sfondi, transazioni o modificandone lo stile del testo, oltre che realizzare altre operazioni di formattazione.