Gli americani stanno pensando di rilasciare le patenti di guida direttamente sul telefonino

Gli americani stanno pensando di rilasciare le patenti di guida direttamente sul telefonino

Arizona, Connecticut, Georgia, Iowa, Kentucky, Maryland, Oklahoma e Utah sono tra i primi Stati americani ad aver accettato che gli automobilisti possano mostrare la patente di guida direttamente dal dispositivo mobile, più precisamente dal “Wallet” di Apple. E, insieme alla patente di guida, anche la carta d’identità. In questi primi 8 Stati degli USA, la “Transportation Security Administration (TSA) provvederà all’installazione e all’abilitazione di checkpoint e corsie dedicate all’interno degli aeroporti. Questi, infatti, saranno i primi luoghi in cui potranno essere utilizzati i documenti in versione digitale. E, a questi primi 8 Stati, se ne aggiungeranno altri (in totale saranno più di 20) che, al momento, stanno pensando di realizzare l’iniziativa o sono in procinto di effettuarne il lancio.

Jennifer Bailey, vicepresidente di Apple Pay e Apple Wallet, a proposito, delle patenti di guida rilasciate in digitale sugli smartphone ha affermato: “L’aggiunta delle patenti di guida e le carte d’identità ad Apple Wallet in questi Stati rappresenta un passo importante nella nostra visione di sostituire il portafoglio fisico con un portafoglio mobile sicuro e facile da usare. Siamo entusiasti che la TSA e così tanti Stati abbiano già aderito offrendo questa possibile ai residenti che, quando viaggeranno, potranno utilizzare solo il loro iPhone e Apple Watch. Stiamo già discutendo con molti altri Stati lavorando, al tempro stesso per offrire in futuro questo servizio a livello nazionale”

Da molto tempo, l’azienda di Cupertino stava pensando ad una soluzione di tale portata. Ma l’annuncio definitivo fu dato lo scorso giugno, durante l’Apple WWDC 2021, dove furono presentati i nuovi progetti e le iniziative per l’anno. E l’Apple Wallet per l’inserimento della patente di guida in digitale è stato considerato come parte integrante del nuovo iPhone iOS 15, lanciato e rilasciato lo scorso 20 settembre. Aggiungere un documento a Wallet vuol dire seguire una procedura simile a quella per implementare una carta di credito. Infatti, sarà sufficiente cliccare il tasto “+”, che si trova nella parte superiore dello schermo in “Wallet”, scansionare il documento con la fotocamera e fare un selfie per procedere con l’autenticazione. Per accrescere la sicurezza del sistema, la tecnologia richiederà di di integrare con alcuni movimenti del viso e della testa, mentre è in corso il processo di configurazione.

Effettuata la verifica sullo stato di emissione, la patente di guida verrà aggiunta sul Wallet; la procedura sarà possibile sia su iPhone che, eventualmente, anche su Apple Watch. Quando sarà necessario esibire la patente, sarà sufficiente poggiare “il proprio iPhone o Apple Watch sul lettore per visualizzare un messaggio con le informazioni specifiche richieste dalla TSA”. Le informazioni sull’identità saranno rilasciata solo in seguito all’autorizzazione con Face ID o Touch ID. Pertanto, non sarà necessario sbloccare, far vedere o dare il proprio device per effettuare i controlli. E da Cupertino Assicurano: “Tutti i dati di identità sono crittografati”. “Essi supportano lo standard ISO 18013-5 mDL e l’autenticazione biometrica tramite Face ID e Touch ID garantisce che solo la persona che ha aggiunto i documenti possa visualizzarli o mostrarli”. Se il dispositivo andasse perso, si potrà ricorrere all’app “Dov’è”, utile per “localizzare o inizializzare da remoto l’iPhone o Apple Watch”.