Bitcoin Bitcoin 3.99% $44260.74
3.99%
36420.21 BTC $833082556416.00

Imaging V1 è il nuovo chip VIVO per smartphone

Imaging V1 è il nuovo chip VIVO per smartphone

L’azienda cinese VIVO, in partnership con Zeiss, ha sviluppato e lanciato “Imaging V1”, il nuovo chip per smartphone. La realizzazione del progetto ha coinvolto oltre 300 persone, divise tra le attività di ricerca e sviluppo, per un periodo di due anni. E, qualche settimana, fa è stata proprio l’azienda cinese ad ufficializzare l’arrivo sul mercato di Imaging V1, che consente a VIVO di conseguire un duplice obiettivo: da un lato, il miglioramento della fotocamera dello smartphone con ricadute positive sulla qualità delle foto scattate, dall’altro il raggiungimento di un certo grado di indipendenza da parte dell’azienda.

Infatti, in seguito al caso che coinvolse la Huawei con il relativo blocco commerciale deciso dagli Stati Uniti, la Cina ha deciso ora di correre ai ripari. In territorio cinese, sempre più aziende stanno lavorando per smarcarsi da eventuali legami commerciali con altri paesi, sfruttando le eventuali condizioni favorevoli a disposizione, in termini di conoscenze, tecnologie e risorse umane. Proprio per questo motivo, VIVO ha messo in campo tutte le energie possibili, lavorando senza sosta, per realizzare in modo autonomo il primo chip per immagini “fatto in casa”.

Imaging V1 è stato sviluppato conformemente a tutti quegli aspetti che l’azienda cinese riteneva di vitale importanza per migliorare le performance dei suoi smartphone. VIVO, infatti, sottolinea che il suo chip V1 gode di “tempi di risposta (o latenza) irrisori e bassi consumi di energia”, a fronte però di una potenza di calcolo notevole. La funzionalità restituisce performance ad alto regime, nonostante il chip non ne avrebbe necessità, poiché interagisce in modo continuo con il chip principale del device. VIVO evidenzia che il prodotto è dotato di così “tanta potenza e rapidità che, all’occorrenza, può eseguire l’elaborazione in parallelo dei dati di GPU e DSP“. E questi risultati impatterebbero in modo positivo sull’aumento dell’efficienza globale di tutto lo smartphone.  Avendo realizzato e sviluppato un chip basato sulle concrete esigenze stabilite dall’azienda stessa, VIVO ha la possibilità di migliorare sempre più i suoi device futuri.

Durante la presentazione di Imaging V1, VIVO ha anticipato altre importanti innovazioni che riguarderanno il comparto fotografico dei suoi telefoni. Stando alle novità preannunciate dalla stessa azienda cinese, infatti, le lenti in vetro, prodotte con il supporto di Zeiss, sono caratterizzate da una “bassissima dispersione” e da un’elevata “trasmittanza”. In questo modo, lo smartphone limiterà la “dispersione cromatica”, evitando il “lens flare”. Pertanto, le immagini restituite dallo smartphone, avranno una qualità paragonabile a quelle  prodotte da una fotocamera professionale. Infine, annunciano ancora da VIVO, la presenza dei rivestimenti multi strato sulle lenti evita la formazione di riflessi e altre imperfezioni, che danneggiano le fotografie, soprattutto se realizzate in condizioni di luce inadeguate o complesse.