Perché Android Auto non si collega all’auto?

Perché Android Auto non si collega all’auto?

19/03/2022 0 By Redazione

Come tutti sappiamo Android Auto ci consente di avere il controllo del display dell’autovettura rendendo disponibili, attraverso le App compatibili, tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno durante un viaggio sul display dell’auto.  Dalle mappe al le indicazioni stradali, dalle telefonate alla messaggistica, dalla musica alle notizie di borsa, avremo sempre tutto a portata di occhio e, grazie all’assistente vocale di Google, potremo gestire il tutto senza togliere gli occhi dalla strada e le mani dal volante. Ci sono comunque una serie di prerequisiti da rispettare per essere sicuri che il tutto funzioni perfettamente. Se Android Auto non si collega alla nostra autovettura prima di tutto proviamo a verificare che tutti i prerequisiti siano rispettati. Inutile raccomandare di eseguire tutti i controlli con la vettura ferma e parcheggiata fuori dalla carreggiata ma non in garage visto che potremo aver bisogno di avviarla e farlo al chiuso è molto pericoloso.

Controlliamo l’Hardware

Il primo passo da compiere riguarda il controllo del nostro smartphone che deve eseguire Android 6.0 (Marshmallow) o versioni successive. Per avere le migliori prestazioni sarebbe opportuno che il sistema operativo e le App siano aggiornate all’ultima versione rilasciata. Una rapida occhiata alle impostazioni e alle relative voci ci consentirà di risolvere rapidamente eventuali problemi. Sia per il setup di Android Auto sia per il collegamento non wireless è indispensabile un collegamento USB dati fra la vettura e lo smartphone. Per controllarlo basterà verificare se il telefono si carica quando è collegato alla porta USB della nostra macchina. A volte basta un poco di polvere o detriti nella porta micro USB dello smartphone per impedire il trasferimento dei dati. Controllato lo smartphone verifichiamo anche se la nostra vettura è compatibile. Teniamo presente che Android Auto è stato rilasciato nel 2016 e funziona solo su veicoli e ricevitori prodotti dopo il suo rilascio o su auto che hanno ricevuto un aggiornamento per il supporto di Android Auto. Poiché è fondamentale che, nelle impostazioni del firmware della vettura, sia stato attivato Android Auto facciamo verificare il tutto a un’officina autorizzata. Prima accennavamo al collegamento USB. Sebbene la maggior parte dei cavi USB sembri simile, possono esserci enormi differenze in termini di qualità e velocità di ricarica. Android Auto richiede un cavo USB di alta qualità in grado di supportare i trasferimenti di dati. Se possibile, useremo il cavo originale fornito con smartphone, tenendo presente che la lunghezza massima non deve superare il metro e 80 cm.

Risoluzione dei problemi

Se in precedenza Android Auto funzionava perfettamente con la nostra autovettura potrebbe esserci un problema di trasferimento dati fra la smartphone e il sistema di infotainment della macchina. Se stiamo usando il collegamento via cavo controlliamo ancora una volta le porte USB della vettura e dello smartphone e il cavo stesso. Ricordiamoci che nella nostra borsetta, nelle nostre tasche e nella vettura potrebbero esserci polvere, piccoli batuffoli si stoffa e sporcizia che intasano le porte. Puliamo tutto con delicatezza seguendo, possibilmente, le istruzioni dei produttori. Se, invece, usiamo il collegamento wireless, proviamo a riavviare, facendo riferimento al manuale d’uso e manutenzione, il sistema di infotainment dell’auto e proviamo a riconnetterci.