Bitcoin Bitcoin 3.79% $43903.29
3.79%
36945.28 BTC $826354565120.00

Ripartono gli incentivi auto 2021, fino a 2000 euro a vettura green

Ripartono gli incentivi auto 2021, fino a 2000 euro a vettura green

08/09/2021 0 By Redazione

Se avete intenzione di cambiare auto è il caso di valutare con attenzione, oltre alle solite preferenze personali, anche quanto il nuovo veicolo è “green”, rispettoso dell’ambiente e con emissioni di CO2 ridotte. Il nuovo Ecobonus, partito lo scorso 2 agosto, prevede cospicui finanziamenti (si parla di circa 350 milioni di euro) per finanziare, in parte, l’acquisto l’acquisto di veicoli con emissioni di gas serra più rispettose dell’ambiente. Assisteremo, in breve, a un aumento delle vendite di veicoli elettrici, ibridi, a GPL o metano? Assisteremo a una ripresa di un settore in crisi profonda? Cerchiamo di capire. L’Ecobonus è una misura che il Governo Italiano ha dichiarato non essere a sostegno di un settore, quello dell’automotive in genere, duramente colpito dalla crisi conseguente la pandemia ma che va nella direzione di una riduzione delle emissioni in modo da porre rimedio agli effetti disastrosi del riscaldamento globale. In ogni caso potremo assistere, sulla spinta degli incentivi statali, a una trasformazione tecnologica della produzione di veicoli e nella catena del suo indotto che, certamente, avranno effetti positivi sull’economia in generale.

tesla dating

app incontri tesla

Ecobonus: quali veicoli possono accedere agli incentivi

Navigando fra le varie tabelle presenti nel portale del Ministero per lo Sviluppo Economico scopriamo che si possono ottenere agevolazioni interessanti: il contributo previsto per l’acquisto, esclusivamente con rottamazioni di un altro veicolo, di un’auto con emissioni fra 61 e 135 gr/km di CO2 ammonta a 1.500 euro mentre, nel caso di un veicolo con emissioni da 0 a 60 gr/km di CO2 si può accedere all’extra bonus di 2.000 euro in caso di rottamazione e 1.000 euro senza. Inoltre sono previsti incentivi per l’acquisto di veicoli commerciali e speciali, compresi i veicoli elettrici, anche se si accede a un leasing finanziario e un contributo fino a 2.000 euro per l’acquisto di automobili usate di classe non inferiore a Euro 6 ed emissioni fino a 160 gr/km di CO2. Il contributo, calcolato sulla base della fascia di emissione, viene corrisposto solo in caso di rottamazione di una vettura immatricolata prima del gennaio 2011. Non dimentichiamo i motocicli elettrici o ibridi, per i quali è previsto un contributo fino al 40% del prezzo di listino, fino a un massimo di 4.000 euro, se si rottama un motociclo di classe Euro 0, 1, 2 e 3 o del 30% del prezzo di listino, fino a un massimo di 3.000 euro, senza rottamazione.

Cosa fare per accedere all’Ecobonus

A questo punto vi sarà venuta voglia di cercare di approfittare dell’occasione e di cambiare la vostra macchina con una più moderna e meno inquinante e vi starete chiedendo come fare per ottenere gli incentivi statali. Niente di più semplice. Basterà andare dal concessionario, scegliere il veicolo, che deve avere un prezzo di listino escluso IVA e IPT inferiore a 50.000 euro nella fascia 0-60 gr/km di CO2 o 40.000 se nella fascia 61-135 gr/km di CO2. Sarà il venditore ad avviare la pratica per accedere all’Ecobonus scalando il relativo contributo direttamente dal prezzo di vendita. Infatti il decreto prevede che i contributi per l’acquisto di auto e moto green siano riconosciuti direttamente all’importatore sotto forma di credito di imposta.