Come aggiornare un vecchio tablet Android?

Come aggiornare un vecchio tablet Android?

Tra i diversi dispositivi che ci permettono di accedere a servizi e informazioni in rete, il tablet è sicuramente uno di questi. Tuttavia, si tratta di uno strumento un po’ di nicchia rispetto agli affermatissimi smartphone e PC. Proprio per questo motivo, potrebbe risultare più complicato svolgere particolari azioni all’interno di essi.

Per questo motivo ci soffermeremo su un aspetto tanto caro a tutti coloro che spesso decidono di riutilizzare il proprio dispositivo, dopo qualche anno di inattività. Infatti, può risultare complicato, a volte, aggiornare il proprio tablet, specialmente se esso è un po’ datato. Vediamo insieme come aggiornare un vecchio tablet Android

Ultima versione Android per tablet

Prima di tutto, è necessario controllare se è presente l’ultima versione Android per tablet. Come fare?

  • Accedete alle Impostazioni del vostro dispositivo;
  • A seconda della tipologia di tablet, possono cambiare alcuni termini relativi alle sezioni interne. Solitamente, però, le sezioni da selezionare sono Info sul tablet e poi Aggiornamento software. In altri casi, invece, potreste trovare Informazioni e di seguito Aggiornamenti;
  • Successivamente, fate tap su Verifica aggiornamenti;
  • Nel caso in cui siano presenti degli aggiornamenti, il sistema vi concederà la possibilità di effettuare il download e installare il più recente.

Svolti questi passaggi, il gioco è fatto e potrete nuovamente usufruire dei servizi del vostro dispositivo. Da questa prima parte di guida, può sembrare tutto molto semplice e immediato, ma, in realtà, si possono verificare anche ulteriori scenari, maggiormente complicati da risolvere. Infatti, se possedete un tablet molto vecchio, si rischia di andare incontro a dei problemi per effettuare l’aggiornamento Android e il download.

Può capitare, ad esempio, di non trovare nessun tipo di aggiornamento ufficiale disponibile. Ma come fare in questi casi? La raccomandazione principale da farvi è sicuramente legata al fatto che la procedura di cui stiamo parlando è complessa e, nel caso in cui non siate un minimo esperti nel settore, non vi consigliamo di effettuare, in quanto si può andare incontro ad una buona probabilità che il tablet si rompa.

In sostanza, è necessario l’utilizzo di un sistema operativo modificato, una custom ROM, in grado di sostituire il firmware ufficiale del dispositivo. In aggiunta, è spesso utile la presenza di un computer, in particolare con sistemaoperativoWindows. Per non parlare dei numerosi passaggi che possono portare al brick, ovvero la rottura completa del dispositivo, causata da eventi come l’interruzione di energia o l’utilizzo di una custom ROM inadatta.

Ti consiglio di leggere anche…

Come trasformare un Tablet in un sistema simil-desktop

Come usare un tablet come tavoletta grafica per pc

Come usare il tablet come secondo monitor